Filosofia

"to Leo for a brave Martini"

scriveva Burt Lancaster sull'album dei ricordi di Leo Vadorini

Nel 1952 Enrico Mariotti stava lavorando al suo progetto, il "Boston Bar". Il suo amico Cipriani lo convinse ad utilizzare il nome "Harry's Bar" e da li cominciò la storia di uno dei ristoranti più rinomati di Firenze, conosciuto in tutto il mondo anche grazie alle capacità ed alla simpatia del suo Barman Leo Vadorini, insignito dal Sindaco di San Francisco, Mayor Diane Feinstein, della chiave della città a seguito dell'apertura del Century City Harry's. Dalla nobiltà Fiorentina a personaggi della politica, del cinema e dello sport internazionale, tutti si sono seduti almeno una volta ad un tavolo dell'Harry's Bar di Firenze. Quanti ricordi nelle parole del Barman più famoso di Firenze. Aneddoti fascinosi d'altri tempi con personaggi come Paloma Picasso, Burt Lancaster, Margot Hemingway, Paul Newman, che se ne andò con un regalo in tasca, il papillon di Leo che gli piaceva tanto, lasciando in cambio una foto con la dedica. Da Robin Williams che essendosi macchiato a colazione, girò tutto il giorno con una t-shirt dell' Harry's abilmente procurata da Leo, a Zeffirelli, Elizabeth Taylor a cui il marito non voleva si facessero più di due foto, a Chelsea Clinton. E potremmo continuare per ore questo elenco. Nel corso di oltre 50 anni l'Harry's Bar ne ha vista passare di acqua in Arno dal Lungarno Vespucci, ma non ha mai mutato le caratteristiche che lo rendono un luogo fuori dal comune: cura e gentilezza verso il cliente e una particolare attenzione ai dettagli della buona cucina.

PRODOTTI

La scelta di riscoprire la qualità

Harry’s Bar Firenze da sempre mostra particolare attenzione alla scelta e alla selezione delle materie prime e dei prodotti da impiegare nella propria cucina. La continua ricerca di prodotti con una forte connotazione territoriale, legati alla storia e alla cultura fiorentina e toscana, si sposano con la scelta di lavorare kilometri zero. Il personale qualificato di Harry’s Bar Firenze seleziona personalmente ogni prodotto, scelto per qualità, per tradizione e legame con il territorio, oltre che per le proprietà nutrizionali. Ogni dettaglio viene accuratamente valutato perché alla base della filosofia Harry’s c’è il desiderio di offrire un servizio impeccabile. Il primo e più importante passo è dunque scegliere materie prime e prodotti di prima qualità, poiché questo è il segreto di una cucina di successo. Harry’s Bar crede che solo attraverso l’attenta selezione e scelta di prodotti unici, per qualità e metodologie di produzione si possa offrire un servizio di qualità, dove i gusti e i sapori sono gli autentici protagonisti di un’esperienza enogastronomica unica. Tutti i partner di Harry’s Bar si distinguono per un’eccelsa qualità, non solo del prodotto ma anche dei metodi di lavorazione.
HARRY'S BAR' MENU'
harrys

Filosofia

“to Leo for a brave Martini”

scriveva Burt Lancaster sull’album dei ricordi di Leo Vadorini

Nel 1952 Enrico Mariotti stava lavorando al suo progetto, il “Boston Bar”. Il suo amico Cipriani lo convinse ad utilizzare il nome “Harry’s Bar” e da li cominciò la storia di uno dei ristoranti più rinomati di Firenze, conosciuto in tutto il mondo anche grazie alle capacità ed alla simpatia del suo Barman Leo Vadorini, insignito dal Sindaco di San Francisco, Mayor Diane Feinstein, della chiave della città a seguito dell’apertura del Century City Harry’s.
Dalla nobiltà Fiorentina a personaggi della politica, del cinema e dello sport internazionale, tutti si sono seduti almeno una volta ad un tavolo dell’Harry’s Bar di Firenze. Quanti ricordi nelle parole del Barman più famoso di Firenze. Aneddoti fascinosi d’altri tempi con personaggi come Paloma Picasso, Burt Lancaster, Margot Hemingway, Paul Newman, che se ne andò con un regalo in tasca, il papillon di Leo che gli piaceva tanto, lasciando in cambio una foto con la dedica. Da Robin Williams che essendosi macchiato a colazione, girò tutto il giorno con una t-shirt dell’ Harry’s abilmente procurata da Leo, a Zeffirelli, Elizabeth Taylor a cui il marito non voleva si facessero più di due foto, a Chelsea Clinton. E potremmo continuare per ore questo elenco.
Nel corso di oltre 50 anni l’Harry’s Bar ne ha vista passare di acqua in Arno dal Lungarno Vespucci, ma non ha mai mutato le caratteristiche che lo rendono un luogo fuori dal comune: cura e gentilezza verso il cliente e una particolare attenzione ai dettagli della buona cucina.

prodotti

PRODOTTI

La scelta di riscoprire la qualità

Harry’s Bar Firenze da sempre mostra particolare attenzione alla scelta e alla selezione delle materie prime e dei prodotti da impiegare nella propria cucina.
La continua ricerca di prodotti con una forte connotazione territoriale, legati alla storia e alla cultura fiorentina e toscana, si sposano con la scelta di lavorare kilometri zero.
Il personale qualificato di Harry’s Bar Firenze seleziona personalmente ogni prodotto, scelto per qualità, per tradizione e legame con il territorio, oltre che per le proprietà nutrizionali. Ogni dettaglio viene accuratamente valutato perché alla base della filosofia Harry’s c’è il desiderio di offrire un servizio impeccabile. Il primo e più importante passo è dunque scegliere materie prime e prodotti di prima qualità, poiché questo è il segreto di una cucina di successo.
Harry’s Bar crede che solo attraverso l’attenta selezione e scelta di prodotti unici, per qualità e metodologie di produzione si possa offrire un servizio di qualità, dove i gusti e i sapori sono gli autentici protagonisti di un’esperienza enogastronomica unica.
Tutti i partner di Harry’s Bar si distinguono per un’eccelsa qualità, non solo del prodotto ma anche dei metodi di lavorazione.

harrysbar

CELEBRATE WITH US!

Siamo orgogliosi di festeggiare assieme a voi il 63esimo compleanno di Harry’s Bar Firenze. Per questa speciale occasione, presenteremo il libro Harry’s Bar Firenze. Vi aspettiamo il 5 Dicembre, only at Harry’s!

CELEBRATE WITH US!